PRESSIONI COMMERCIALI: PROSEGUE IL CONFRONTO

indexIeri è continuato il confronto sulle pressioni e lo stato di applicazione dell’accordo sulle politiche commerciali.
L’Azienda ha illustrato alcune ipotesi di miglioramento del processo di segnalazione tramite la casella mail Iosegnalo prevedendo un chiaro riscontro della presa in carico della medesima…..

CLICK QUI PER I DETTAGLI

 

Print Friendly, PDF & Email

3 pensieri su “PRESSIONI COMMERCIALI: PROSEGUE IL CONFRONTO”

  1. PROBABILMENTE IL PROBLEMA PRINCIPALE DELLE PRESSIONI COMMERCIALI NON E’ TANTO IL FATTO CHE L’AZIENDA CI DICA: DEVI FARE COMMERCIALE, PERCHE’ SE L’AZIENDA DECIDE CHE QUESTA SIA LA NOSTRA OCCUPAZIONE PRINCIPALE NON DOBBIAMO FARCI VENIRE L’ESAURIMENTO PER LE PRESSIONI COMMERCIALI, MA DOBBIAMO FARLO E BASTA: SE NON LO SAPPIAMO FARE LO IMPARIAMO, COME TUTTI I LAVORI.
    IL PROBLEMA SEMMAI SI DETERMINA NEL FATTO DELLA ECCESSIVA MINIMIZZAZIONE DA PARTE DELL’AZIENDA DEL LAVORO AMMINISTRATIVO E L’ECCESSIVA POCO CONSIDERAZIONE DEL COLLEGA CHE NON RIESCE A FARE IN DUE SECONDI TALE LAVORO. PERO’ SE UN GIORNO SALTO IL LAVORO COMMERCIALE LA FILIALE STA’ IN PIEDI, SE SALTO L’AMMINISTRATIVO IL GIORNO DOPO MI SALTA ADDOSSO IL DIRETTORE E L’AREA E CHISSA’ CHI ALTRO. E’ COSI’ POCO IMPORTANTE, ALLORA, L’AMMINISTRATIVO? SECONDO L’AZIENDA CI DA DA FARE UNA QUANTITA’ DI LAVORO COMMERCIALE CHE NON TIENE CONTO DI QUANTO TEMPO DEVO DEDICARE ALL’AMMINISTRATIVO (2 SECONDI PER L’AZIENDA). ALLORA LO FACCIANO LORO (I DIRIGENTI) SE E’ COSI’ VELOCE.

  2. CONTINUAZIONE COMMENTO SULLE PRESSIONI COMMERCIALI:
    L’AMMINISTRATIVO DEV’ESSERE FATTO BENE PER NON SBAGLIARE E QUADRARE IN PIU’ DEVE TENER CONTO DELLE NORMATIVE AZIENDALI, FISCALI, CIVILI, ANTI-RICICLAGGIO, SE SBAGLIO N. CONTO CORRENTE E’ COLPA MIA CHE NON HO SPUNTATO (CHI HA IL TEMPO DI SPUNTARE?-MA SE SI FA TUTTO IN 2 SECONDI?). CHI RISCHIA DI ANDARE IN GALERA SE FACCIO UNO SBAGLIO PARTICOLARMENTE GRAVE? SEMPRE IO.
    IL DIRIGENTE NON SA FARE IL COMMERCIALE. SE VUOLE LO IMPARA COME TUTTI I LAVORI: CI SONO LE GUIDE IN ARCO (IO NON GLI INSEGNO PERCHE’ NON HO TEMPO, DEVO FARE ANCHE IL COMMERCIALE)

    1. Il piano industriale in essere è fortemente incentrato sull’aumento dei ricavi, di conseguenza l’Azienda in questo momento riserva la massima attenzione alle attività di vendita.
      Per altro già da tempo abbiamo assistito nelle filiali allo svuotamento di attività amministrative in favore del commerciale, non è una novità. Questo non dovrebbe però significare che l’amministrativo si debba fare male, in quanto certi errori possono anche portare danni economici consistenti alla Banca; inoltre non rispettare normative aziendali o peggio di legge non può che ritorcersi direttamente sul collega medesimo.
      Si tratta proprio di alcuni dei problemi che stiamo sollevando all’Azienda in questo confronto, in quanto non vogliamo che privilegiare i risultati commerciali immediati pregiudichi la tenuta nel tempo del rapporto con la clientela, con tutto quello che ne consegue.

Commenta