Parte la Banca del Tempo

guida conciliazioneParte oggi la possibilità di donare giornate di ferie, ex festività e ore di Banca Ore, ovvero la cosiddetta Banca del Tempo istituita con gli accordi del 7 ottobre 2015. La Banca del Tempo consentirà da fine aprile ai colleghi con particolari problemi di estendere – in modo retribuito – i propri momenti di assenza dal lavoro, per poter conciliare più efficacemente l’attività professionale con le esigenze personali.

Nel riportarvi qui di seguito un estratto della relativa news aziendale, vi ricordiamo che potete consultare anche lo specifico capitolo della nostra guida alla Conciliazione dei tempi di Vita e lavoro (click qui)

Da oggi chi vuole può donare giornate di ferie, ex festività e ore di Banca Ore.
Il Gruppo, oltre alle 50.000 ore previste dall’Accordo del 7 ottobre 2015, per ogni nostra donazione, donerà un uguale quantitativo di tempo, fino a un massimo di altre 50.000 ore.
La Banca del tempo è uno strumento innovativo e con diverse possibilità di utilizzo che ha richiesto un’accurata progettazione.
La realizzazione richiede ancora qualche affinamento, è per questa ragione che da oggi è possibile donare il proprio tempo, mentre da fine aprile sarà possibile l’utilizzo per i colleghi che:
– siano titolari di permessi ex art. 3, comma 3, L. 104/92, per sé
– siano destinatari della provvidenza economica per familiari portatori di handicap
– siano destinatari di permessi ex art. 3, comma 3, L. 104/92 per figli e/o coniuge
oppure
– abbiano grave e indifferibile necessità di assentarsi a fronte di eventi urgenti/eccezionali che esauriscano ogni altra causale di assenza a disposizione.
Nei prossimi mesi sarà anche possibile attraverso la Banca del tempo aiutare con la donazione casi di colleghi che hanno esigenze di particolare gravità.
Accedi alla sezione Intranet della Banca del tempo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta