La FISAC Piemonte organizza un convegno su: Problemi e prospettive a seguito della digitalizzazione del sistema finanziario

23 maggio a Torino
WORKSHOP FISAC PIEMONTE:  “RISTRUTTURAZIONE E
DIGITALIZZAZIONE NEL SISTEMA FINANZIARIO:
PROBLEMI E PROSPETTIVE”

Il mantra che attraversa questa fase è: digitalizzazione, smaterializzazione, tagli (teste e luoghi).
Si sperimentano servizi di “e-Call” la guida assistita e, per quanto riguarda il post-vendita automobilistico, la telediagnosi e la diagnosi predittiva.
La situazione, in continua evoluzione, merita approfondimenti e monitoraggi continui.
In questo panorama quindi, l’impatto delle nuove tecnologie parrebbe orientarsi alla distruzione di lavoro più che alla sua trasformazione.
Il paradigma secondo il quale l’introduzione di un’innovazione tecnologica all’interno di un processo produttivo amplifica il volume delle attività e quindi del lavoro necessario a svolgerle pare non essere adeguato ai fenomeni che osserviamo nel settore.

Si aprono quindi numerosi interrogativi a cui tentare di rispondere:

  • La forza lavoro necessaria a produrre e ad organizzare la digitalizzazione sarà superiore a quella persa nei processi tradizionali? La domanda di servizi bancari non tradizionali continuerà a salire portando positivi effetti occupazionali che oggi non vediamo? E le banche e/o assicurazioni “tradizionali” sono pronte a non lasciare questo mercato in mani altrui (le cd. GAFA – Google, Amazon, Facebook, Apple)?
  • I sindacati tradizionali sono pronti ad entrare nella nuova partita e a rappresentare nuove figure professionali, nuove esigenze, nuovi “luoghi” (non luoghi, nel caso dello Smart work) di lavoro?
  • E le pressioni alla vendita, sopravvivono in modelli diversi o possono essere lasciate al passato?
  • In quale fase si trovano le banche e le assicurazioni, condizionate dalle richieste pressanti dei regolatori sulle esigenze di capitale, tentate dalla nuova tecnologia che rende difficile coniugare reti fisiche e nuovi modelli distributivi e condannate al ruolo storico di supporto all’economia ed alle imprese?
  • I modelli che vengono sperimentati contengono risposte, non solo alle esigenze degli azionisti, ma anche ai lavoratori ed ai consumatori?
  • Il rapporto banca/territorio è ormai finito?

 

Ne discutono:

  • Elena Aiazzi
    Segretaria Nazionale FISAC/CGIL
  • Antonio Aloisi
    Professore Università Bocconi Milano
  • Cristina Balbo
    Direttore Regionale Piemonte Liguria e Valle D’Aosta Gruppo Intesa Sanpaolo
  • Marco Franco Nava
    Macro Area Nord Ovest, UBI Banca
  • Davide Riccardi
    ISFR LAB
  • Graziella Rogolino
    Segretaria CGIL Piemonte
  • Pietro Sella
    CEO Gruppo Banca Sella
  • Giacomo Sturniolo
    Segretario Generale FISAC Piemonte
Print Friendly, PDF & Email

Commenta