FIRMATO ACCORDO FONDO CARIFAC

Nella giornata odierna si è svolto il confronto sui Fondi Pensione Cariprato e Carifac, così come previsto dal Protocollo sull’integrazione delle ex Banche Venete del 15 novembre scorso.
Per quanto riguarda il Fondo Pensioni Cariprato, per approfondire ulteriormente tutte le specificità, abbiamo rinviato l’applicazione ad un successivo momento di confronto.
Abbiamo invece sottoscritto l’accordo per il Fondo Pensioni Carifac che prevede….

CLICK QUI PER IL VOLANTINO

 

Print Friendly, PDF & Email

ACCORDO SUL PVR 2017 RADDOPPIO DELLA QUOTA BASE

Abbiamo raggiunto oggi l’accordo sul PVR relativo al 2017, con erogazione a maggio 2018, per i dipendenti già del Gruppo Intesa Sanpaolo al 25 giugno.
La struttura del Premio è invariata ma abbiamo ottenuto un importo straordinario per il 2017, a riconoscimento dell’impegno profuso da tutti i lavoratori nella realizzazione degli obiettivi del Piano d’impresa, che andrà a raddoppiare il premio base per tutti.

Di conseguenza alle intese, il montante stanziato per il PVR 2017 (bonus pool) è il medesimo dell’anno scorso, ma viene stanziato un ulteriore montante, pari al 30% di quello complessivo, per finanziare l’importo straordinario per il 2017, in relazione al raggiungimento dell’obiettivo di distribuzione dei dividendi previsto nel Piano.
La struttura del Premio prevede sempre l’erogazione di un premio base legato ai risultati di Gruppo, un premio aggiuntivo legato agli obiettivi di Divisione ed un premio di eccellenza.

Abbiamo ottenuto di abbassare la percentuale di salvaguardia per accedere al PVR che diventa il 90% del raggiungimento del budget.
Alla quota del premio base si aggiungono ulteriori 300 euro, per un ammontare quindi totale di 600 euro (700 euro per le RAL inferiori ai 35.000 euro).
Le cifre previste per l’erogazione della quota di premio aggiuntivo, suddivise per ruoli professionali, sono le medesime dello scorso anno.
Per garantire la detassazione del premio, alla luce della normativa in materia, sono stati inseriti anche alcuni obiettivi di natura qualitativa, quali lo sviluppo della multicanalita’, l’utilizzo degli strumenti di conciliazione tempi di vita e di lavoro e l’estensione del lavoro flessibile.
Entro il primo semestre 2018 ci confronteremo per definire forme di riconoscimento del premio mediante servizi di welfare di più ampia fruibilità, quali ad esempio buoni spesa/benzina, sempre nell’ambito delle previsioni fiscali vigenti.
Rimangono invariate tutte le previsioni normative già presenti nei precedenti accordi.

In via eccezionale il premio verrà erogato anche al personale che andrà in esodo, ancorché non sia più in servizio a maggio 2018.
Con la sottoscrizione di questa intesa si chiude il ciclo di contrattazione dei Premi correlati al Piano di Impresa, di cui fa parte anche il piano di investimento Lecoip, la cui erogazione è confermata per aprile 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Analisi del Protocollo integrazione ex Banche Venete

In data 15 novembre abbiamo sottoscritto il Protocollo di armonizzazione per le ex Banche Venete. Le normative definite trovano applicazione al cosiddetto “Perimetro ex Banche Venete”, cioè al personale confluito in ISP in data 26 giugno 2017 e già dipendente di Banca Popolare di Vicenza, Veneto Banca, Banca Nuova, Banca Apulia, SEC e Servizi Bancari.

Abbiamo ritenuto di produrre un approfondimento completo sui contenuti del protocollo, fornendo anche tabelle di raffronto utili alla comprensione delle ragioni del percorso contrattuale posto in essere.

Gli obiettivi prioritari della Delegazione della Fisac CGIL Nazionale e di Gruppo erano la difesa dell’occupazione, a partire dai Tempi Determinati, il contenimento e la sostenibilità della mobilità straordinaria, un sacrificio economico limitato alle fasce retributive più alte che non scaricasse sulla generalità dei lavoratori le colpe della dirigenza, un percorso certo di armonizzazione dei trattamenti economici e normativi per i nuovi colleghi.

Qui potete trovare tutti i dettagli

 

Print Friendly, PDF & Email

Il comunicato unitario sull’Accordo ex Banche Venete

Dopo un serrato e delicato confronto, abbiamo raggiunto l’accordo relativo alla procedura ex Banche Venete.
L’accordo fornisce importanti tutele ai lavoratori coinvolti, sia sui trattamenti economici e normativi sia sul welfare.
L’accordo definisce una normativa sulla mobilità straordinaria, sostenibile e transitoria.
Inoltre ottiene un importante risultato di tutela occupazionale, con la riassunzione dei colleghi a tempo determinato che erano in servizio al 25 giugno nelle ex Banche Venete.
Riteniamo l’accordo raggiunto un importante e positivo risultato nel
percorso di integrazione delle ex Banche Venete, che conferma la
valenza sociale di ampio respiro già espressa nelle intese sulle uscite
volontarie per la gestione delle ricadute occupazionali.

Click qui per il comunicato in formato .pdf

Print Friendly, PDF & Email