ADESIONI ALL’ESODO PERIMETRO INTESA SANPAOLO

L’azienda ci ha comunicato che sono pervenuti oltre 6.000 fax di adesione, di cui va verificata la sussistenza dei requisiti. L’azienda prevede che saranno necessari circa 15 giorni per finire le verifiche e definire quindi la platea e la graduatoria.
Sono previste circa 600/700 uscite alla prima finestra del 31 dicembre 2017, iniziando a coinvolgere una parte di coloro che maturano i requisiti entro il 2020.
Print Friendly, PDF & Email

FIRMATO L’ACCORDO SULLA INTEGRAZIONE DELLE EX BANCHE VENETE

Abbiamo siglato ora, dopo una serrata trattativa finale, l’accordo per l’integrazione delle ex Banche Venete.
 .

 

Le intese danno certezza ai trattamenti economici e normativi delle lavoratrici e dei lavoratori delle ex Banche che non subiscono così penalizzazioni ingiustificabili.
Nella nottata erano già state definite importanti tutele nonché la riassunzione dei tempi determinati in servizio al 25 giugno (click qui per il comunicato di stanotte).
  .
L’ultima parte di trattativa   ha portato le seguenti ulteriori acquisizioni:
  .
ASSETTO RETRIBUTIVO Abbiamo ulteriormente aumentato la platea salvaguardata: fino a 45.000 euro per 3A1L e 3A2L, fino a 60.000 euro da 3A3L a QD2 fino  70.000 euro per i QD3 e 80.000 euro per i QD4.
  .
PVR Era ancora in discussione la normativa di riferimento del PVR in quanto l’azienda richiedeva di non pagarlo per tutto il triennio 2017, 2018 e 2019, definito dalle Autorità Europee come “di integrazione”. Abbiamo ottenuto nell’accordo la corresponsione  del PVR a partire dal 2019.
 .
MOBILITÀ Abbiamo inserito un impegno aziendale a intervenire nei territori di maggiore insediamento delle ex Banche attraverso il potenziamento delle attività già previste o l’individuazione di nuove attività/presidi. I processi di riorganizzazione che verranno attuati saranno oggetto di incontri periodici di verifica a livello di Gruppo.
Abbiamo inserito una raccomandazione del Sindacato affinché l’azienda presti particolare attenzione gestionale al personale destinatario delle previsioni dell art 33 legge 104, al personale affetto da gravi patologie, alle donne in gravidanza o con figli fino a tre anni, nonché ai part time.
  .
OPERAZIONI SOCIETARIE Relativamente a SEC, Banca Apulia e Servizi Bancari abbiamo inserito l’impegno ad affrontare le ricadute sul personale di eventuali operazioni societarie in coerenza con quanto attuato a livello di Gruppo in analoghe circostanze, con particolare attenzione ai livelli occupazionali.
  .
Con l’accordo odierno si completa positivamente la fase di confronto con l’azienda sulla Procedura contrattuale, che aveva già visto la sottoscrizione delle intese per l’accesso volontario al Fondo Esuberi  di 1.000 persone dalle ex Venete e 3.000 persone da Intesa Sanpaolo.
Continueremo a vigilare con la massima attenzione sull’attuazione delle intese raggiunte e sulla concreta realizzazione dei processi di riorganizzazione.
Print Friendly, PDF & Email

Fondo Pensione di Gruppo – Coperture assicurative accessorie anno 2018

Chi NON avesse ancora aderito alle c.d. prestazioni accessorie (coperture assicurative contro il rischio morte o morte e invalidità permanente) potrà farlo utilizzando l’applicativo on-line che nei prossimi giorni verrà pubblicato sul Sito Internet del Fondo e reso disponibile fino al 9 dicembre p.v.

A seguito di una rinegoziazione con le Compagnie assicuratrici e del buon andamento tecnico delle polizze, il Fondo ha ottenuto:

  • una significativa riduzione dei costi / tassi della copertura;
  • l’estensione ai familiari a carico (purché maggiorenni) della facoltà di attivare le coperture con un capitale assicurato pari a € 50.000;
  • l’ampliamento della gamma di capitali assicurabili da parte degli iscritti ordinari (€ 50.000, € 100.000, € 150.000, capitale variabile in funzione dell’età).

Chi negli anni passati ha già attivato una copertura assicurativa accessoria non deve porre in atto alcun adempimento poiché le coperture si rinnovano tacitamente.

Eventuali disdette devono essere trasmesse al Fondo utilizzando l’applicativo on-line.

Seguirà apposita Circolare, che verrà opportunamente segnalata attraverso i consueti canali di Intesa Sanpaolo.

 

Print Friendly, PDF & Email

REPORT DALLA TRATTATIVA DI INTEGRAZIONE EX BANCHE VENETE

Nell’incontro odierno abbiamo rappresentato unitariamente all’azienda le seguenti richieste :

  • Trattamenti economici extra ccnl:  gli interventi non possono portare a medie retributive per inquadramento inferiori alle medie RAL del gruppo ISP.
  • Welfare: mantenimento delle attuali contribuzioni aziendali al fondo pensione e allineamento al 3,50% per coloro che hanno aliquote più basse.
  • Mobilità: disponibilità ad individuare soluzioni specifiche per la “mobilità straordinaria” derivante da questa operazione, fermo restando le norme CCNL, ma fissando una data di termine dopo la quale si applicherà la normativa sulla mobilità del Gruppo Isp.  Riallocazione di lavorazioni/attività per mitigare i processi di mobilità territoriale.
  • Soluzione per i Tempi Determinati.
  • Ricercare con tutte le parti (anche LCA) soluzioni per l’occupazione dei lavoratori di Immobiliare Stampa.

L’azienda ha fornito le seguenti risposte :

  • Trattamenti economici:   fermo il Ccnl, nessun intervento sulle retribuzioni inferiori alla medie RAL del gruppo ISP per stesso inquadramento; per le retribuzioni superiori riconoscimento parziale per fasce di importi e nessun riconoscimento per importi superiori a un tetto per ogni inquadramento.
  • Previdenza: mantenimento delle attuali contribuzioni aziendali al fondo pensione;  per coloro che hanno aliquote più basse del 3,50% disponibilità ad allineare le contribuzioni a step successivi a partire solo dal 30/6/19.
  • Assistenza sanitaria: per il 2018 mantenimento delle attuali polizze ex Banche e ingresso nel FSI dal 1/1/2019 con il percorso di avvicinamento (3 anni di polizza Unisalute e contributi di ingresso a carico lavoratore); per Banca Apulia ricerca di soluzione ad hoc perché l’assicurazione ha disdettato l’attuale polizza. Per gli esodati, l’azienda ipotizza la ricerca di una nuova polizza con stessi attuali oneri o iscrizione al FSI con differenza di oneri a carico esodato.
  • Mobilità: fino al 30/6/2019 previsione di “mobilità straordinaria” con consenso del lavoratore solo per distanze superiori a quelle previste dall’accordo di Gruppo e senza alcuna indennità economica; deroghe alle norme CCNL su giorni di preavviso, consenso e una tantum per trasferimenti. Per riallocazioni lavorazioni, azienda sta valutando nuove sedi FOL, attività crediti/NPL.
  • Tempi Determinati: disponibilità a future assunzioni in base a  esigenze aziendali su mansioni equivalenti.
  • Al momento l’azienda ha ribadito impossibilità di soluzioni per società nel perimetro LCA.

La trattativa prosegue il 2 novembre.

Print Friendly, PDF & Email