Conto Sociale: comunicazione aziendale sullo stato dei pagamenti

conto socialeCome d’uso, allo scopo di darne la massima diffusione, pubblichiamo un estratto della news aziendale in relazione ai pagamenti rimborsi conto sociale.

L’Amministrazione del Personale segnala che attualmente sono numerose le pratiche che si trovano nello stato “Inserita” all’interno della procedura per l’inserimento delle richieste di rimborso spese figli (POVS2).
I motivi per cui le pratiche si trovano in tale stato, verificabile con la funzione “ricerca movimenti”, sono:
- pratica verificata con errori, che viene restituita al collega perché apporti le correzioni a lui comunicate con email automatica
pratica inserita per la prima volta, per la quale il collega ha effettuato solamente il salvataggio premendo il pulsante “Salva”.
In entrambi i casi, affinché la pratica possa essere valutata per il pagamento, è necessario che venga inviata in lavorazione premendo l’apposito pulsante “Invia alla lavorazione”.
L’Amministrazione del Personale ricorda inoltre che con la funzione “ricerca movimenti” è possibile verificare lo stato delle proprie pratiche:
“in pagamento”, indica che la richiesta, rispettando tutti i requisiti previsti, è stata approvata e il relativo importo verrà rimborsato con il primo cedolino utile
“comunicato payroll”, indica che la richiesta approvata è stata trasmessa al sistema paghe e verrà liquidata con lo stipendio del mese in corso
“pagata”, indica che il rimborso tramite busta paga è già avvenuto.

Per i colleghi che hanno selezionato opzioni di utilizzo che comprendono anche il rimborso delle contribuzioni versate al Fondo Sanitario di Gruppo o alla propria Posizione di previdenza complementare, la procedura osserverà periodi di chiusura per il dettaglio dei quali occorre consultare il documento Conto Sociale – Modalità di utilizzo pubblicato nella nostra Intranet nella sezione dedicata al Premio sociale.
Per eventuali chiarimenti in merito al conto sociale, aprire Ticket Web al percorso PERSONALE/INTESAP > PREMIO SOCIALE ACCORDO 6 MAGGIO 2014 e selezionare poi la categoria di proprio interesse.

Così non va! Verso lo Sciopero Generale del 12

Sciopero12dic_001Dalla data inizialmente prevista del 5 dicembre lo Sciopero Generale è stato posticipato al 12 dicembre. E a scioperare insieme alla Cgil ci sarà anche la Uil. Lo slogan scelto dalle due Confederazioni è ‘Così non va!’ per esprimere contrarietà circa le scelte del governo e sostenere le proposte sindacali in merito alla riforma della Pubblica Amministrazione, Jobs Act, Legge di Stabilità e Politica economica.

CLICK QUI PER I DETTAGLI

Direttivo FISAC: pronti alla mobilitazione sul CCNL!

direttivo fisac 18 e 19 novembreIl Sindacato unitariamente ha chiesto ad ABI un cambio radicale, da verificare nel prossimo incontro del 25 novembre; ove ABI non modificasse il proprio atteggiamento, il Direttivo Nazionale FISAC/CGIL ritiene indifferibile la mobilitazione della categoria, a difesa dei diritti delle Lavoratrici e dei Lavoratori.
Per questo, al permanere delle posizioni di ABI, il Direttivo Nazionale FISAC/CGIL dà mandato alla Segreteria Nazionale:

  • di riaffermare i contenuti della Piattaforma come punto di ripresa del negoziato;
  • di ribadire l’impraticabilità di ogni percorso negoziale, al permanere delle pregiudiziali espresse da ABI;
  • di dichiarare la mobilitazione della categoria e mettere in atto tutte le iniziative utili a battere le posizioni dell’associazione bancaria, dal blocco dei negoziati nelle Aziende e nei Gruppi, a manifestazioni allo Sciopero Generale, avviando un percorso di assemblee in ogni posto di lavoro, al fine di informare le Lavoratrici ed i Lavoratori, di coinvolgerli ed ottenerne il convinto mandato, necessario al buon esito della vertenza. La mobilitazione dovrà essere supportata da iniziative, in forma anche nuova, che rappresentino al Paese le reali responsabilità del management e dei banchieri rispetto allo stato di crisi del settore.
  • di realizzare, così come finora è avvenuto, dalla costruzione della Piattaforma alla posizione manifestata unitariamente al tavolo del negoziato, l’opportuna unitarietà d’azione con le altre OO.SS. di categoria, all’interno della quale meglio definire le forme della mobilitazione che si dovranno mettere in atto.

CLICK QUI PER IL TESTO COMPLETO DEL DOCUMENTO CONCLUSIVO DEL DIRETTIVO NAZIONALE FISAC DEL 18 E 19 NOVEMBRE

Modifiche Comparti garantiti dei Fondi Pensioni FAPA e Sanpaolo IMI: approfondimenti e scadenze

GIAMPIERO RECCAGNI25/11/2014   Fondo Pensioni Gruppo Intesa Sanpaolo (FAPA): modifiche al compartoLinea Garantita TFR”
Le modifiche decorrono dal 1 dicembre 2014 e il comparto assumerà in via provvisoria la denominazione “Linea TFR+”. Tali modifiche, volte a migliorare la redditività del comparto, prevedono l’eliminazione della garanzia di capitale, che alla luce dei rendimenti storici non sembra generare un significativo valore aggiunto, e di conseguenza la riduzione degli oneri di gestione e l’aumento delle probabilità di generare rendimenti pari o superiori a quelli del TFR su orizzonti pluriennali e, al tempo stesso, proteggere il capitale.
Pertanto:

  • gli iscritti che avevano espressamente scelto la Linea Garantita TFR”, per mantenere il comparto “Linea TFR+” non devono fare nulla; naturalmente potranno adottare nuove forme di investimento tramite procedura switch;
  • gli iscritti “silenti”, cioè che versano tacitamente solo il TFR alla Linea Garantita TFR”, per mantenere il comparto “Linea TFR+” devono far pervenire al Fondo entro il 25 novembre 2014 il “Modulo di conferma del comparto”, altrimenti la posizione sarà trasferita al comparto “Linea Assicurativa No Load”;
  • gli iscritti al Fondo alla data del 30/6/2007 con versamento di contribuzione ma con conferimento tacito di tutto o parte del TFR alla Linea Garantita TFR”, per mantenere il comparto “Linea TFR+” devono far pervenire al Fondo entro il 25 novembre 2014 il “Modulo di conferma del comparto”, altrimenti la posizione sarà trasferita al comparto “Linea Assicurativa No Load”.

Il modulo è reperibile su Intranet–Persona–Welfare-Previdenza complementare- Fondo Pensioni Gruppo Intesa Sanpaolo. Per informazioni, è possibile telefonare al Call Center 0230329329, comunicando il proprio codice posizione.
Inoltre è stata aperta una finestra di switch straordinario, dal 1° novembre al 20 febbraio 2015, indipendentemente da eventuali altri switch effettuati nei dodici mesi precedenti,

 

25/11/2014   Fondo Pensioni Gruppo Sanpaolo Imi: modifiche al “Comparto Garantito”
In base al Regolamento Isvap, il Fondo dovrà adeguare il tasso minimo garantito (TMG), riducendolo dall’attuale 2,50% al 1,50%, con contestuale adeguamento della base demografica aggiornata alla più lunga prospettiva della durata media della vita, del Comparto Garantito e dei comparti chiusi EX IMI 60 O EX IMI 65.
Tali modifiche saranno operative dai contributi di gennaio e non avranno alcun impatto sui diritti acquisiti sulle posizioni individuali ed ai contributi già versati alla data di introduzione delle nuove condizioni.
Pertanto è stata aperta una finestra di switch straordinario, dal 5 al 25 novembre 2014, indipendentemente da eventuali altri switch effettuati nei dodici mesi precedenti, per gli iscritti che destinano i flussi contributivi in questi comparti assicurativi per eventualmente modificare la propria scelta ed per tutti coloro che fossero interessati di destinare parte o tutta la posizione individuale nel Comparto Garantito ancora alle attuali condizioni (TMG pari al 2,5% e tavola demografica IPS55) che permarranno fino al riscatto o in caso di scelta della rendita assicurata.
Per confermare il Comparto Garantito non occorre fare nulla.
Per informazioni www.fondopensionisanpaoloimi.it

 

Vi ricordiamo che per approfondimenti e consulenze personalizzate potete consultare
il nostro esperto Giampiero Reccagni

CLICK QUI PER IL PROMEMORIA SCADENZE IN FORMATO STAMPABILE

Expo 2015 e Intesa Sanpaolo: al via il programma “Volontari per un Giorno”

expo-300x130Come preannunciato, e allo scopo di darne la massima diffusione, vi riportiamo la news aziendale con le istruzioni su come candidarsi in qualità di volontario a EXPO 2015

I colleghi potranno candidarsi per uno dei 26 lunedì compresi dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.
Intesa Sanpaolo, in qualità di Global Official Partner, offre la possibilità a 100 colleghi del Gruppo di candidarsi come volontari ad Expo per collaborare nelle attività di accoglienza e supporto ai visitatori e ai partecipanti della manifestazione. Per svolgere queste attività è necessaria la conoscenza della lingua inglese a un livello intermedio.

L’impegno previsto sarà della durata di 5 ore e mezza su due turni (mattina e pomeriggio) e i volontari, per le ore restanti, potranno visitare l’esposizione “Expo 2015″.   I colleghi dovranno segnalare il loro interesse entro il prossimo 21 novembre cliccando qui.
I primi 100 candidati riceveranno comunicazione di conferma con allegato il link per accedere alla piattaforma dedicata a Expo per formalizzare l’iscrizione e per scegliere, sulla base della disponibilità dei posti, il lunedì desiderato. Inoltre sarà possibile consultare il materiale di autoformazione con tutte le informazioni su “Expo 2015″.
Circa un mese prima del lunedì prescelto, il candidato verrà contattato dalla Segreteria organizzativa di Expo che comunicherà l’assegnazione del turno, orario e luogo di incontro.   
Vista l’eccezionalità dell’evento, per la giornata di “volontariato” verrà concesso un permesso retribuito (non  è previsto alcun rimborso spese).

CLICK QUI PER LE REGOLE DI INGAGGIO

Dalla StraTorino allo sciopero del 5 dicembre: è tutta una corsa…

Ecco una ristretta selezione di immagini della partecipazione della FISAC alla StraTorino, una della varie iniziative in preparazione dello sciopero generale del 5 dicembre.

 

La nuova guida all’Indennità di rischio

guida indennità d irischioLa nostra esperta Claudia Stoppato ha redatto la nuovissima guida all’indennità di rischio.
A chi viene pagata? A quanto ammonta? Come vengono conteggiate le maggiorazioni? E in caso di part time? O di malattia?
Nella guida all’indennità di rischio troverete tutte le risposte a queste e moltissime altre domande. E inoltre, come sempre, Claudia è a vostra disposizione per approfondimenti e consulenze personalizzate.

CLICK QUI PER ACCEDERE ALLA GUIDA

Le Segreterie unitarie: “Se Abi non cambia pronti alla mobilitazione”

CHANGELe OO.SS. continuano a valutare non percorribile il negoziato e, come preannunciato, hanno convocato per la prossima settimana i propri Organismi per decidere i passi da intraprendere e da riportare alle Assemblee della categoria da organizzare al più presto.
Se l’ABI non cambierà radicalmente le sue posizioni, le OO.SS. metteranno in atto tutte le necessarie iniziative unitarie per la mobilitazione di Lavoratrici e Lavoratori, a partire dal blocco dei negoziati in Aziende e Gruppi sino alla proclamazione dello sciopero generale.
Nell’incontro programmato per il 25 novembre p.v., ABI dovrà dunque dimostrare, modificando radicalmente la propria impostazione, la reale volontà di realizzare un percorso comune che porti al rinnovo del CCNL e non alla sua completa destrutturazione.

CLICK QUI PER TUTTI  I DETTAGLI

ISGS: lavorazione “pignoramenti”

PIGNORAMENTOAbbiamo sollecitato l’Azienda a fornire risposte chiare ed esaurienti in merito allo spostamento di attività relative ai “pignoramenti” al Polo di Brasov. L’Azienda ha ribadito che si tratta di gestire una fase straordinaria di lavoro derivante dai tempi massimi di lavorazione previsti dal Decreto Legge 132/2014 sulla Riforma del processo civile. La Riforma introduce dal prossimo 6 dicembre un termine massimo di 15 giorni per il deposito dei pignoramenti. Entro questa data l’Azienda deve allinearsi alla nuova tempistica di legge per non incorrere a sanzioni e spese, oltre all’esigenza di mantenere un livello di servizio adeguato.

CLICK QUI PER I DETTAGLI

CCNL: senza cambiamenti da parte di ABI partiranno iniziative di lotta

lotta“L’Abi deve sapere che non può svalorizzare il lavoro e colpirne la dignità attraverso misure che infliggono sacrifici ai lavoratori, mentre le grandi banche annunciano, pur nella crisi del paese, utili e dividendi mantenendo i compensi dei banchieri. In assenza di quel cambiamento che chiediamo alla nostra controparte nell’incontro del 25 novembre, non si potrà che dare il mandato a iniziative unitarie di mobilitazione e di lotta”.

Click qui per la dichiarazione completa di Megale, Segretario Generale FISAC

Contributo economico per i colleghi che hanno subito gravi danni dall’alluvione di ottobre

alluvioneAllo scopo di darne la massima diffusione, riportiamo la news aziendale in questione

La Fondazione Intesa Sanpaolo ONLUS ricorda le modalità per inoltrare le domande di richiesta
Come segnalato nella news Intranet dello scorso 23 ottobre, la Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus interviene a favore dei colleghi del Gruppo Intesa Sanpaolo che hanno subito danni e/o disagi di grave entità offrendo un contributo economico una tantum.

Le domande, redatte in base al fac simile (CLICK QUI), devono essere inoltrate direttamente alla Fondazione all’indirizzo email segreteria@fispo.it oppure in Piazza Ferrari 10 – 20121 Milano, entro e non oltre il 15 dicembre 2014.
Oltre a quanto già previsto dal fac simile di domanda, occorre allegare contestualmente:
1) modulo di segnalazione dei danni subiti inoltrato al Comune di competenza con ricevuta di avvenuta presentazione
2) preventivi/fatture, avendo cura di precisare se sono riferiti alla prima casa, ad altre abitazioni oppure a beni mobili
3) copia di eventuali coperture assicurative
4) copia di domande di contributo presentate/che si intende presentare ad altri Enti per richiedere contributi di risarcimento danni.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione  valuterà le domande pervenute sulla base della documentazione prodotta e stabilirà i contributi.

 

5 dicembre: Sciopero generale

fazen_134392La Cgil proclama lo sciopero generale di 8 ore il 5 dicembre e propone a Cisl e Uil di convergere sulla data. La proposta della segreteria Cgil è quella di una mobilitazione comune con gli altri sindacati. Lo riferisce il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso al termine del Direttivo CGIL.

Click qui per l’articolo di Rassegna Sindacale

Click qui per l’articolo della Stampa

Click qui per l’articolo del Sole 24 Ore

Click qui per l’articolo del Corriere della Sera

Click qui per l’articolo di Repubblica

La presenza di Intesa Sanpaolo a EXPO 2015

expoOggi si è tenuto un incontro con l’Azienda in merito alla presenza di Intesa Sanpaolo alla manifestazione di EXPO 2015, che come noto si svolgerà a Milano dal 1° maggio 2015 al 31 ottobre 2015. L’Azienda ha comunicato che sarà presente in un padiglione di EXPO con una Filiale autonoma, con proprio contrassegno e con tutti i servizi bancari, e in altro padiglione con uno Sportello distaccato della filiale stessa, con casse self. La filiale avrà anche uno spazio espositivo con la presentazione di tecnologie innovative.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI (comprese le modalità di autocandidatura) E LE SLIDE DI ILLUSTRAZIONE