Parte oggi la nuova normativa sui mutui agevolati (fino a 600.000€)

guida condizioni agevolateParte oggi la nuova normativa sui mutui agevolati (fino a 600.000€). Ve lo avevamo anticipato il 6 agosto con l’aggiornamento della nostra Guida ai Finanziamenti (click qui).
Nel ricordarvi che il nostro esperto Stefano Pagano è a vostra disposizione per consulenze e approfondimenti, vi riportiamo qui di seguito un estratto della comunicazione aziendale.

Il documento “Regole in materia di mutui agevolati al personale del Gruppo Intesa Sanpaolo” contiene le disposizioni valide per tutto il personale in servizio, esodo e quiescenza (vedi circolare su Arco n. 431/2015 ).
Le richieste di mutuo per l’acquisto della:
– propria casa di residenza
– casa di residenza del figlio
– seconda casa
possono godere dei seguenti vantaggi:
– plafond massimo concedibile aumentato fino a 600.000 euro
– revisione delle fasce di importo e complessivo miglioramento dei tassi applicati
– innalzamento della percentuale finanziabile per l’acquisto della 2° casa
– raddoppio del plafond del mutuo “Amico” per i colleghi del Gruppo con reddito familiare annuo lordo inferiore a 35.000 euro che desiderano acquistare la prima casa di residenza.
Il documento “Regole in materia di mutui agevolati al personale del Gruppo Intesa Sanpaolo”, i moduli di autodichiarazione del nucleo familiare  e i codici CMLT sono pubblicati nella nostra Intranet in Persona > Condizioni Agevolate > Mutui agevolati.

 

Promemoria scadenze a settembre: Assegni di studio, 730, ALI

SCADENZA30/9/2015  Assegni di studio per i figli
Termine ultimo per la richiesta degli assegni di studio per i figli relative all’anno scolastico 2014/2015 (scuole medie inferiori e superiori).
Le richieste devono essere tramite la procedura on line “Richiesta assegni di studio” presente su Intesap > Employee Self-service > Sportello Dipendente.
I dipendenti assenti per lunghe malattie, maternità, o sprovvisti di accesso all’Intranet aziendale, possono inviare la richiesta con modulistica cartacea.
Ricordiamo che per poter essere regolarmente riconosciute, le richieste inserite dovranno trovarsi nello stato “inviata” entro il 30/09/2015.
Per ogni chiarimento ti rinviamo alla nostra guida (click qui per accedervi).

30/9/2015  MOD. 730: annullamento/riduzione acconto di novembre
Termine per richiedere all’azienda l’eventuale annullamento o riduzione dell’acconto IRPEF e/o cedolare secca del mese di novembre (perché, ad esempio, nel 2015 non si sono più percepiti alcuni redditi).
La richiesta va fatta tramite Ticket web, area Personale, problema X06 AdP 730 – Riduzione o annullamento 2° acconto Irpef o cedolare secca. 

30/9/2015  Circolo Ricreativo ALI
Termine per l’eventuale recesso da ALI con effetto dal 1° gennaio 2016.
Non vi è invece alcun termine per la possibilità di iscrizione ad ALI e ai diversi Gruppi/Sezioni.
Ricordiamo che dal 14/7 è possibile richiedere online il contributo per visite mediche sportive per attività agonistica, per corsi sportivi individuali e corsi del tempo libero.
Vedi sito www.alintesasanpaolo.com e la nostra guida dedicata (click qui per accedervi).

Il 30 settembre 2015 scade il termine per rinegoziare i mutui prima casa erogati a condizioni agevolate

guida condizioni agevolateLa rinegoziazione potrà avvenire esclusivamente da tasso fisso a tasso variabile, senza modificarne la durata residua. La richiesta di rinegoziazione deve essere presentata in Filiale, previo appuntamento con il gestore di riferimento, si raccomanda pertanto ai colleghi interessati di attivarsi in tempo utile considerata la prossimità della scadenza. Possono richiedere la rinegoziazione i dipendenti con contratto a tempo indeterminato, di apprendistato professionalizzante o coloro che hanno aderito al Fondo di Solidarietà. Il personale in quiescenza non è destinatario dell’iniziativa.

Tassi variabili applicati al mutuo rinegoziato: 

  • MRO + 0.65% per mutui di importo originario LTV fino all’80%
  • MRO + 0,90% per mutui di importo originario LTV oltre all’80%.

Attualmente il tasso MRO è 0,05%. 

Tipologie di mutuo rinegoziabili: 

  • Mutuo prima casa del dipendente o dei figli erogato a condizioni agevolate dipendenti stipulato per acquisto, costruzione, ristrutturazione
  • Tasso fisso
  • In ammortamento da almeno 18 mesi
  • Attualmente in corrente nei pagamenti.

Non è previsto alcun atto notarile e nessuna spesa bancaria. La formalizzazione dell’operazione avverrà tramite scrittura privata (atto di rinegoziazione) da sottoscrivere da parte di tutti gli intestatari del mutuo e da eventuali terzi datori di ipoteca. In caso di garanzie fideiussorie, il garante dovrà sottoscrivere l’atto di conferma. All’atto della richiesta bisogna produrre la fotocopia del contratto di mutuo e la quietanza assicurativa della polizza incendio. Le nuove condizioni decorreranno dal giorno immediatamente successivo alla finalizzazione della rinegoziazione.

Per approfondimenti e consulenze il nostro esperto Stefano Pagano è a vostra disposizione. Potete trovare i suoi riferimenti nella pagina della Guida ai Finanziamenti (CLICK QUI PER ACCEDERVI)

Novità busta paga agosto

busta-pagaCome d’uso vi riportiamo un estratto della news aziendale relativa alle novità in busta paga ad agosto

Accordo 31/3/2015 – rinnovo CCNL 19 gennaio 2012 – trattamento economico e TFR
Come previsto dall’accordo 31/3/2015 con lo stipendio di agosto 2015 si è provveduto a calcolare l’accantonamento al Trattamento di Fine Rapporto sulle voci Stipendio, Scatti di anzianità e Importo ex ristrutturazione tabellare.

Non appena disponibili le necessarie istruzioni operative si darà corso al “recupero” della quota di accantonamento TFR  per il periodo da gennaio a luglio 2015.

Accordo 31/3/2015 – rinnovo CCNL 19 gennaio 2012 – liv. retributivo di inserimento
L’accordo prevede che ai nuovi assunti dal 1 aprile 2015, destinatari del livello retributivo di inserimento professionale, venga erogato l’importo di euro 1.969,54 a titolo di Stipendio.

Per gli assunti a decorrere dal 27 luglio 2015 tale incremento è già disponibile in busta paga; per gli assunti dal 1 aprile al 26 luglio 2015 tale incremento, con i relativi arretrati, per motivi tecnici  sarà erogato con lo stipendio di settembre 2015.
L’accordo prevede che per gli assunti entro il 31 marzo 2015, destinatari del livello retributivo di inserimento professionale,  continuerà ad essere erogata la somma di euro 1.794,47 a titolo di Stipendio con integrazioni assicurate a carico del F.O.C.
Su tale integrazione Abi fa riserva di informare con apposita circolare.

Premio polizza infortuni extraprofessionali – variazione tasso applicato
L’importo relativo alla voce 4PA0 Premio pol.inf.extra prof è stato calcolato applicando il nuovo tasso per l’anno 2015,  pari a 1,204 per mille, sulla nuova base di calcolo del TFR (così come prevista nell’ Accordo 31/3/2015 – rinnovo CCNL 19 gennaio 2012).

L’adeguamento di tasso e della nuova base di calcolo TFR sul periodo gennaio – luglio 2015 avverrà contestualmente al “recupero” della quota di accantonamento TFR  per lo stesso periodo (vedi punto precedente Accordo 31/3/2015 – rinnovo CCNL 19 gennaio 2012 – trattamento economico e TFR).

Mod. 730/2015: comunicazione sulle liquidazioni degli importi a credito e a debito
Sul cedolino di agosto continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi mod. 730/2015 pervenute; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione.

Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite Agenzia delle Entrate fino al giorno 10 agosto u.s.
Le operazioni di liquidazione proseguiranno anche nei  prossimi mesi e fino alla chiusura degli stipendi di dicembre.

Assegno per il nucleo familiare – A.N.F.
Continua l’attività di acquisizione e liquidazione delle domande Assegno Nucleo Familiare per il periodo 1/7/2015 – 30/6/2016.

Le pratiche incomplete vengono sospese e restituite ai colleghi, con indicazione sull’applicativo online della motivazione,  al fine della loro regolarizzazione.
Verranno esaminate prioritariamente le domande relative al periodo in corso (01.07.2015 – 30.06.2016) e successivamente quelle arretrate relative ai periodi pregressi.
La liquidazione proseguirà per tutti i prossimi mesi.