Accordo di fusione BTB e BMP in Intesa Sanpaolo

mergerOggi è stato firmato l’accordo che riguarda la fusione di Banca di Trento e Bolzano e Banca Monte Parma in Intesa Sanpaolo, che avrà decorrenza giuridica dal 20 luglio 2015.

La fusione, che fa parte del processo di razionalizzazione societaria prevista dal Piano d’Impresa 2014-2017, coinvolge 458 colleghi di BTB e 492 colleghi di BMP e garantisce la prosecuzione dei rapporti di lavoro senza soluzione di continuità con il nuovo datore di lavoro ISP SPA, con il mantenimento delle tutele pregresse in ordine agli stessi.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

CLICK QUI PER IL TESTO DELL’ACCORDO

Prima del Fondo Unico, il VAP

soldi04Nell’incontro odierno l’Azienda ha presentato un nuovo progetto di unificazione dei fondi di previdenza complementare a contribuzione definita, in un’ottica di completamento del processo di armonizzazione.
Questa nuova ipotesi comporta una notevole semplificazione rispetto a quella illustrata due anni fa e accoglie l’istanza, a suo tempo da noi avanzata, di escludere da tale progetto i fondi a prestazione definita.

Le Organizzazioni Sindacali hanno tuttavia riaffermato l’urgenza di affrontare prioritariamente:

  •  il riconoscimento del VAP per il 2014
  • la negoziazione in merito al nuovo modello di servizio, a partire dai trattamenti di indennità, dal riconoscimento dei ruoli e delle professionalità
  • il superamento delle pressioni commerciali indebite
  • la determinazione del premio di risultato 2015.

In merito al progetto aziendale, abbiamo dichiarato che qualsiasi percorso di unificazione della previdenza complementare potrà avvenire solo con la totale salvaguardia dei diritti e delle aspettative in capo ai singoli iscritti dei diversi fondi pensione di provenienza, nonché nel pieno rispetto delle norme statutarie e di legge.

CLICK QUI PER IL COMUNICATO IN FORMATO .PDF

Nuovo Modello di Servizio tra regole e realtà

organizzazioneIl 14 maggio abbiamo riaffrontato con l’Azienda le criticità relative all’applicazione del Nuovo Modello di Servizio, prima dell’incontro fissato per il 28 maggio con il C.O.O. Lodesani e il Responsabile Area Sales e Marketing Barrese.

Abbiamo riscontrato su molti aspetti un forte disallineamento tra le regole e indicazioni in merito al Nuovo Modello di Servizio illustrate dall’Azienda e quanto sta avvenendo sul territorio sul territorio.

La divisione della Rete in tre filiere commerciali, qualora non vengano attuati i necessari interventi volti a favorire la cooperazione fra le filiali personal /retail / imprese, comporta enormi rischi di competizione interna e di rottura dello spirito di squadra.

Nel prossimo incontro fissato per il 28 maggio con il C.O.O. Lodesani e il Responsabile Area Sales e Marketing Barrese, valuteremo la reale volontà dell’Azienda di aprire il confronto per un riconoscimento economico e normativo trasparente e contrattato dei ruoli professionali, coerente con lo sforzo richiesto e la professionalità espressa dai colleghi, a partire anche dall’erogazione del VAP per il 2014

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Aperture straordinarie per pagamenti F24

f24Allo scopo di darne la massima diffusione, riportiamo un estratto della comunicazione aziendale relativa alle aperture straordinarie connesse alla scadenza fiscale di giugno.

Come disciplinato dalla normativa relativa all’evoluzione del modello di servizio (Circolare n. 580), è stata definita una nuova apertura straordinaria per i pagamenti di modelli F24  in occasione della scadenza di giugno  2015.
Per “Filiali” con chiusura casse alle 13.00 e Punti Consulenza si è previsto di estendere le prenotazioni e/o i pagamenti mediante addebito in conto a partire dal primo del mese di scadenza e l’apertura, per le sole “Filiali”, del servizio di cassa al pomeriggio per pagamenti in contanti, a partire dal lunedì della settimana antecedente la scadenza. 
In dettaglio le estensioni previste, per le singole tipologie di filiale, per la scadenza del 16 giugno 2015:  

Filiali Banca Estesa con chiusura cassa h. 13.00

  • dal 1° al 16 giugno prenotazione F24 con addebito a scadenza durante l’intero orario di apertura
  • dal 8 al 16 giugno estensione del servizio di cassa dalle 14.15 alle 16.00 per pagamenti modelli F24 mediante addebito in conto e/o per contanti 

Filiali con chiusura cassa h. 13.00

  • dal 1° al 16 giugno prenotazione F24 con addebito a scadenza durante l’intero orario di apertura
  • dal 8 al 16 giugno estensione del servizio di cassa dalle 14.15 alle 16.15 per pagamenti modelli F24 mediante addebito in conto e/o per contanti 

Punti Consulenza

dal 1° al 16 giugno prenotazione e/o pagamento F24 con addebito in conto durante l’intero orario di apertura

Con l’occasione, ricordiamo che nel documento “Istruzioni preparatorie ed operative” in allegato alla circolare sopra citata sono richiamati gli aspetti normativi specifici, quali ad esempio la riprogrammazione delle fasce dei “CICO”,  gli orari di quadratura e di pausa pranzo dei colleghi.

50.000 euro per il Nepal da Prosolidar, la Fondazione cofinanziata dai dipendenti del Credito

 width=Per far fronte alle numerose emergenze in seguito al devastante terremoto che ha colpito le popolazioni del Nepal, la Fondazione PROSOLIDAR – ONLUS (unico esempio al mondo di cooperazione alla solidarietà tra lavoratori e imprese del credito) ha deciso di destinare la somma di 50.000 Euro a favore di quanti soffrono e sono rimasti vittime di quel sisma di inaudita potenza.

CLICK QUI PER I DETTAGLI

Riorganizzazione Divisione Private: comunicato e accordo

stretta-di-manoIn data 13 maggio 2015 si è svolto l’incontro relativo alla procedura di trasferimento di ramo d’Azienda, relativo alle attività di “governance”, da Intesa Sanpaolo Private Banking (ISPB) a Banca Fideuram (BF).
Il progetto, che prevede anche la cessione a BF dei pacchetti azionari ISPB e Sirefid, è finalizzato alla combinazione industriale e riorganizzazione di ISPB e BF per la creazione di una realtà leader nel settore del Private Banking, nell’ambito del Piano Industriale 2014-2017 di Gruppo ISP. Non sono previste tensioni occupazionali in nessuna delle aziende della divisione, su nessuna piazza di lavoro.

CLICK QUI PER IL COMUNICATO CON TUTTI I DETTAGLI 

CLICK QUI PER IL TESTO DELL’ACCORDO

Elezioni amministrative 2015: guida ai permessi per i componenti di seggio e per gli eletti a cariche pubbliche

amm2015Le Elezioni Amministrative 2015 si svolgeranno in oltre mille Comuni.
Le Elezioni si terranno domenica 31 maggio. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per il 14 giugno.

In Sicilia si voterà sia il 31 maggio che il 1° giugno.

In valle d’Aosta e Trentino Alto Adige il primo turno è stato anticipato a ieri 10 maggio e l’eventuale ballottaggio è fissato per domenica 24 maggio.

CLICK QUI PER LA GUIDA PER I PERMESSI DEI COMPONENTI DEI SEGGI ELETTORALI E PER I PERMESSI PER GLI ELETTI A CARICHE PUBBLICHE

Mutui dipendenti: da oggi le nuove regole per le delibere mutui a tasso fisso

guida condizioni agevolateIl nostro esperto Stefano Pagano ha aggiornato la Guida alle Condizioni agevolate, inserendo le novità relative ai tassi applicabili ai nuovi mutui a tasso fisso, nonché inserendo alcune precisazioni relative al Mutuo Amico.

Come al solito le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Stefano è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

CLICK QUI PER CONSULTARE LA GUIDA

ATTENZIONE! Non inserire il riposo turno C nel giorno ex festività del 14 maggio

GUIDA FERIEVi ricordiamo di non far coincidere la giornata di riposo nel Turno C nelle filiali Flexi con una ex festività soppressa, in modo da evitare riduzioni del numero delle giornate di permesso ex festività.
Poiché il 14 maggio (Ascensione) è una giornata di festività soppressa, ricordiamo ai colleghi che effettuano il Turno C (lavoro al sabato) di concordare il recupero del giorno di riposo in altro giorno della settimana.

Con l’occasione vi ricordiamo che per approfondimenti potete consultare anche la nostra guida a Ferie, Ex Festività e PCR.

F.O.C.: dati ad aprile 2015

giovaniIl giorno 28 aprile 2015 il Comitato di Gestione del FOC (organismo paritetico tra le OOSS e ABI) ha esaminato ulteriori domande di finanziamento provenienti dalle aziende per le assunzioni ovvero le stabilizzazioni effettuate dal 1/1/2012.
Al 28 aprile 2015 erano arrivate al FOC le domande di 211 aziende per complessive 10.870 assunzioni/stabilizzazioni.
Il Comitato di gestione, dopo gli opportuni controlli, ha quindi autorizzato il finanziamento un ulteriore lotto di circa 1.269 assunzioni/stabilizzazioni effettuate. Al 28 aprile, tenuto conto delle autorizzazioni effettuate nei precedenti Comitati di Gestione, sono stati deliberati finanziamenti per 10.379 assunzioni/stabilizzazioni di cui il 57% donne.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Dal 13 al 26 maggio elezioni per il rinnovo degli Organismi del Fondo Pensioni SanPaolo Imi – QUADRI DIRETTIVI

I nostri candidati illustrano gli ottimi
risultati del triennio 2012-2014 

fondospimiNel triennio appena trascorso il Fondo Sanpaolo Imi ha ottenuto ottimi risultati dal punto di vista finanziario, in un periodo con mercati estremamente volatili ed attraversato da una profonda crisi economica soprattutto nella area dell’Euro, e ha consolidato il proprio ruolo per quanto riguarda il profilo gestionale.

Dal punto di vista dei rendimenti finanziari nell’ultimo triennio il nostro Fondo Pensioni si è collocato nella fascia alta nella graduatoria del settore della previdenza integrativa, con risultati sempre positivi in termini assoluti e che spesso hanno superato i benchmark di riferimento. Gli iscritti, con costi amministrativi contenuti e assolutamente competitivi, hanno beneficiato di una gestione altamente professionale che ha prodotto importanti rivalutazioni dello “zainetto” previdenziale.

Rivalutazione netta nel triennio a confronto con il benchmark di riferimento

Comparto Rendimento          2012-2014 Benchmark      2012-2014 Differenza  +/-
Difensivo (*) 14,2% 16,2% -2,0%
Prudenziale 22,0% 21,6% 0,4%
Equilibrato 26,1% 24,6% 1,5%
Aggressivo 30,8% 27,6% 3,2%
Etico 28,6% 27,4% 1,2%
Garantito 9,5% ***** *****

(*) Gli interventi sullo stile di gestione del comparto hanno prodotto un miglioramento dei risultati che nel 2014 vedono il rendimento (7,8%) allineato con il  benchmark di riferimento (7,7%).

Dal punto di vista del modello gestionale sono state introdotte molte importanti novità: una nuova e più efficiente gestione del Comparto Garantito, l’adozione di nuovi criteri ispiratori per il Comparto Etico e la complessiva razionalizzazione dell’offerta di linee di investimento. Inoltre si è proseguito nell’incrementare l’offerta di servizi e opportunità agli iscritti e migliorare ulteriormente la trasparenza nella gestione e la facilità di colloquiare con gli uffici amministrativi.
Non a caso il patrimonio disponibile del Fondo è arrivato all’importante traguardo di oltre 2,2 miliardi di euro e gli aderenti sono ben 26.511.
Ci piace poi sottolineare come anche il numero dei colleghi non più in servizio che hanno scelto di mantenere la loro posizione (totalmente o in parte) nel Fondo, sia ulteriormente aumentato: siamo arrivati a 1.896 iscritti. Anche questa è una testimonianza dell’ottimo lavoro svolto.

Il prossimo mandato vedrà il Fondo Pensioni SanPaolo Imi continuare a muoversi in uno scenario complesso: in tale quadro di riferimento è importante la conferma di Amministratori che, oltre ai riconosciuti requisiti di preparazione e professionalità, abbiano consapevolezza, autonomia decisionale e l’obiettivo comune di un Fondo ben amministrato, vitale e in costante e positiva innovazione al servizio degli Iscritti.

Per queste motivazioni e per i risultati ottenuti chiediamo che il vostro voto sia motivato dalla capacità e professionalità dei nostri candidati. Quindi, nelle elezioni che si terranno dal 13 al 26 maggio, vi invitiamo a dare le vostre preferenze a: 

Consiglio di Amministrazione
ALBESIANO Prospero Luigi (titolare)
con FRIGERIO Maria Cristina (supplente) 

Assemblea dei Delegati
CIRILLO Paolo
RUSSO Anna Maria
 

Collegio dei Sindaci
LORENZI Stefano (titolare)
con MAZZEO Massimiliano (supplente)

Click qui per la versione stampabile

Dal 13 al 26 maggio elezioni per il rinnovo degli Organismi del Fondo Pensioni SanPaolo Imi – Aree Professionali

I nostri candidati illustrano gli ottimi
risultati del triennio 2012-2014 

fondospimiNel triennio appena trascorso il Fondo Sanpaolo Imi ha ottenuto ottimi risultati dal punto di vista finanziario, in un periodo con mercati estremamente volatili ed attraversato da una profonda crisi economica soprattutto nella area dell’Euro, e ha consolidato il proprio ruolo per quanto riguarda il profilo gestionale.

Dal punto di vista dei rendimenti finanziari nell’ultimo triennio il nostro Fondo Pensioni si è collocato nella fascia alta nella graduatoria del settore della previdenza integrativa, con risultati sempre positivi in termini assoluti e che spesso hanno superato i benchmark di riferimento. Gli iscritti, con costi amministrativi contenuti e assolutamente competitivi, hanno beneficiato di una gestione altamente professionale che ha prodotto importanti rivalutazioni dello “zainetto” previdenziale.

Rivalutazione netta nel triennio a confronto con il benchmark di riferimento

Comparto Rendimento          2012-2014 Benchmark      2012-2014 Differenza  +/-
Difensivo (*) 14,2% 16,2% -2,0%
Prudenziale 22,0% 21,6% 0,4%
Equilibrato 26,1% 24,6% 1,5%
Aggressivo 30,8% 27,6% 3,2%
Etico 28,6% 27,4% 1,2%
Garantito 9,5% ***** *****

(*) Gli interventi sullo stile di gestione del comparto hanno prodotto un miglioramento dei risultati che nel 2014 vedono il rendimento (7,8%) allineato con il  benchmark di riferimento (7,7%).

Dal punto di vista del modello gestionale sono state introdotte molte importanti novità: una nuova e più efficiente gestione del Comparto Garantito, l’adozione di nuovi criteri ispiratori per il Comparto Etico e la complessiva razionalizzazione dell’offerta di linee di investimento. Inoltre si è proseguito nell’incrementare l’offerta di servizi e opportunità agli iscritti e migliorare ulteriormente la trasparenza nella gestione e la facilità di colloquiare con gli uffici amministrativi.
Non a caso il patrimonio disponibile del Fondo è arrivato all’importante traguardo di oltre 2,2 miliardi di euro e gli aderenti sono ben 26.511.
Ci piace poi sottolineare come anche il numero dei colleghi non più in servizio che hanno scelto di mantenere la loro posizione (totalmente o in parte) nel Fondo, sia ulteriormente aumentato: siamo arrivati a 1.896 iscritti. Anche questa è una testimonianza dell’ottimo lavoro svolto.

Il prossimo mandato vedrà il Fondo Pensioni SanPaolo Imi continuare a muoversi in uno scenario complesso: in tale quadro di riferimento è importante la conferma di Amministratori che, oltre ai riconosciuti requisiti di preparazione e professionalità, abbiano consapevolezza, autonomia decisionale e l’obiettivo comune di un Fondo ben amministrato, vitale e in costante e positiva innovazione al servizio degli Iscritti.

Per queste motivazioni e per i risultati ottenuti chiediamo che il vostro voto sia motivato dalla capacità e professionalità dei nostri candidati. Quindi, nelle elezioni che si terranno dal 13 al 26 maggio, vi invitiamo a dare le vostre preferenze a:

Consiglio di Amministrazione
SPADAVECCHIA Francesco (titolare)
con MARTINO Maria Antonietta (supplente)

Assemblea dei Delegati
GUGLIELMETTI Marina
MALANO Roberto

OLDANI Carlo

Collegio dei Sindaci
LORENZI Stefano (titolare)
con MAZZEO Massimiliano (supplente)

Click qui per la versione stampabile

Accordo su Intesa Sanpaolo Casa

casaL’accordo raggiunto il 4 maggio prevede l’applicazione a tutti i dipendenti di ISP Casa del Contratto Complementare del CCNL del Credito, evitando l’applicazione del Contratto Commercio.

Ai dipendenti già in servizio che volontariamente passeranno in ISP Casa verranno salvaguardati integralmente i trattamenti economici e normativi pregressi, nonché verrà garantita l’opzione di rientro.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

CLICK QUI PER IL TESTO DELL’ACCORDO

Il VAP deve essere erogato. I ruoli professionali devono essere riconosciuti

EuroÈ grave che l’Azienda persista nel sottovalutare il malcontento delle lavoratrici e dei lavoratori, che hanno saputo affrontare tutte le difficoltà organizzative in cui operano quotidianamente, prima per Banca Estesa e ora per l’adozione del Nuovo Modello di Servizio.

A fronte di dati di bilancio positivi, indicatori di redditività e produttività in aumento, dividendi distribuiti agli azionisti, la nostra posizione è netta:

  • il VAP per il 2014 deve essere erogato,
  • le ricadute del nuovo modello di servizio, a partire dai trattamenti di indennità, dal riconoscimento dei ruoli e delle professionalità devono essere negoziati e riconosciuti,
  • le pressioni commerciali esercitate con modalità irrispettose dell’impegno dei colleghi devono cessare,
  • il premio di risultato 2015, con un giusto equilibrio tra premi universali e riconoscimento del merito, va preventivamente definito.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Partite le assemblee per il CCNL: il volantone unitario

contrattoIl 31 marzo le Organizzazioni Sindacali hanno unitariamente raggiunto con la controparte un accordo per il rinnovo del CCNL ABI. L’ipotesi d’accordo è siglata per conformità e presa visione e la sua sottoscrizione è subordinata all’approvazione da parte dei lavoratori nelle assemblee. In relazione a queste, le Segreterie Nazionali hanno predisposto un documento che ripercorre le tappe fondamentali della trattativa e il contenuto dell’accordo.

CLICK QUI PER IL VOLANTONE