TRIMESTRALE DIREZIONE REGIONALE LAZIO-SARDEGNA-SICILIA

Nel mese di aprile si è svolto il primo incontro trimestrale della nuova Dir. Reg. Lazio Sardegna Sicilia.

L’intervento delle OO.SS. si è concentrato soprattutto sul persistere delle pressioni commerciali, che ormai sono incentrate, non soltanto sull’ottenimento dei risultaed il conseguente raggiungimento del budget, ma anche nella lavorazione da parte dei colleghi di liste di clienti da contattare e nelle insistenti indicazioni di evadere/esitare le lavorazioni richieste.

La sensazione è che i vertici di Direzione Regionale non percepiscano la realtà di ciò che accade nel quotidiano di chi i risultati li costruisce ogni giorno con il proprio costante impegno. Quelle “persone” (5000 nella nostra Dir. Reg.) alle quali Il nostro CEO Dott. Messina si rivolge, ringraziandole per il raggiungimento degli obiettivi previsti dal piano industriale(“… abbiamo le migliori persone sul mercato…”), anche se poi permane una non equa distribuzione dei benefici di tale eccellente performance.

Clicca qui per visualizzare la versione integrale del comunicato

 

Print Friendly, PDF & Email

AREE ROMA E LAZIO: “NUOVE” PRESSIONI COMMERCIALI E VECCHI PROTAGONISTI

LA SALUTE E LA DIGNITA’ DEI LAVORATORI FANNO PARTE DEL PIANO D’IMPRESA?

Torniamo a parlare di pressioni commerciali anche se da una diversa prospettiva. Dobbiamo infatti costatare l’insorgere di una nuova fattispecie: ogni collega deve programmare e fissare un numero importante di appuntamenti giornalieri e detta programmazione deve comprendere tutta la settimana.

Ricordiamo ai direttori che il famoso e tanto decantato “metodo commerciale” si ferma alla pianificazione delle telefonate e, sottolineamo, alla successiva segnalazione dell’esito delle stesse in ABC. E’ la volontà del cliente che determina il successo del “metodo commerciale”.

Ribadiamo ancora una volta alla nuova Direzione Regionale, figlia della vecchia, di intervenire affinché cessino definitivamente comportamenti che ledono la dignità e la salute delle lavoratrici e dei lavoratori.

Vi invitiamo, pertanto, a segnalare individualmente e/o attraverso le OO.SS. ogni forma di prevaricazione rispetto alla corretta applicazione del metodo commerciale. Sarà nostra cura segnalare tutti i nominativi di coloro che attuano tali condotte alla casella di posta elettronica iosegnalo@intesasanpaolo.com.

Clicca qui per visualizzare il comunicato completo

Print Friendly, PDF & Email