FISAC CGIL Piemonte

BdN: La solita sorpresa del sistema incentivante

bdn sistema incentivanteLa busta paga di giugno ha portato per alcuni lavoratori la sorpresa di vedersi accreditata una somma a titolo di “una tantum” che altri non hanno ricevuto.
Tale importo è difatti una liberalità che l’azienda ha concesso ad un numero ristretto di colleghi in sostituzione del “premio incentivante” che, per effetto del mancato raggiungimento del 95%, dell’indicatore composito da parte della divisione banca dei territori, non è stato erogato.
La scelta dell’azienda è stata esclusivamente discrezionale in quanto, pur avendo affermato in precedenti circostanze che tale liberalità sarebbe stata attribuita ai colleghi delle filiali con budget 2011 raggiunto almeno al 100% e con valutazione personale almeno di “più che adeguato”, si è assistito a situazioni che hanno visto, all’interno di una stessa filiale e con valutazioni identiche, a colleghi che hanno ricevuto la cosiddetta “una tantum” e colleghi che ne sono rimasti esclusi.
Come OO.SS. non possiamo che ribadire la nostra posizione “storica”: osteggiamo in linea di merito e di metodo un sistema di incentivazione complesso, poco trasparente e con sorprese al traguardo; un sistema che contravviene “de facto” anche le scarne previsione del C.C.N.L.

Ti è piaciuto questo articolo? Perché non lasci un commento e continui la discussione, oppure iscriviti ai feed e riceverai gli articoli sul tuo feed reader.

Commenti

Ancora nessun commento.

Spiacente, ma i commenti sono chiusi.