Tutti gli articoli di FISAC CGIL gisp

INTESA SANPAOLO RE.O.CO.

REOCO è la società nell’ambito della Capital Light Bank dedicata alla commercializzazione degli immobili oggetto delle garanzie nei crediti a sofferenza.
In data odierna è stato sottoscritto l’accordo per l’applicazione, a partire dal 1° gennaio 2018, del contratto complementare del Credito ai dipendenti della RE.O.CO. attualmente destinatari del CCNL del Commercio.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Dati annuali del gruppo e segnalazioni su pressioni commerciali

Nel corso dell’incontro di oggi l’Azienda ha rappresentato l’informativa annuale prevista dal CCNL sui dati del personale del Gruppo, che al 31/12/2016 era composto da 89.126 persone di cui 64.322 in Italia, fornendo anche la disaggregazione per genere, inquadramenti, tipologia contrattuale.

Relativamente all’utilizzo del Lavoro Flessibile, l’Azienda ha dichiarato che viene fruito da circa 8.000 colleghi nel Gruppo, pari a oltre il 50% del personale appartenente alle strutture già abilitate.

Abbiamo richiesto all’azienda di attivarsi per estendere la possibilità di utilizzo del Lavoro Flessibile, intervenendo sulle “resistenze” ad oggi ancora presenti in alcune strutture.

Rispetto alla Formazione Flessibile abbiamo ancora una volta denunciato la difficoltà per i colleghi di poterne fruire. L’Azienda ha ribadito che la Formazione Flessibile va fatta in orario di lavoro e coinvolgerà i Responsabili sul corretto utilizzo dello strumento.

L’incontro è proseguito sulla verifica delle segnalazioni sulle pressioni commerciali pervenute alla casella “Iosegnalo”.

Anche alla luce degli argomenti maggiormente denunciati (reportistica e comportamenti), abbiamo richiesto all’Azienda un reale impegno di intervento sui Responsabili per superare la continua richiesta di dati con reportistica non ufficiale, quando sono già messi a disposizione strumenti aziendali (quali ABC).

CLICK QUI PER MAGGIORI DETTAGLI

Scade il 30 novembre la possibilità di richiedere gli assegni di studio, 1° anno università

C’è tempo solo fino al 30 novembre per inserire le richieste relative all’iscrizione al 1° anno di università (no 1° anno di specialistica) dei figli dei dipendenti.

La procedura “Richiesta assegni di studio” è reperibile in Intranet > Intesap > Employee Self Service > Sportello Dipendente. Allo stesso percorso è disponibile il “manuale operativo richiesta assegni di studio” che illustra le varie funzioni.

Le richieste dovranno essere nello stato Inviata” entro il 30 novembre 2017, quelle nello stato “Salvata” oltre tale termine non saranno prese in considerazione.

Nel caso fosse impossibile l’utilizzo della procedura online (personale lungo assente o privo di accesso alla nostra Intranet) la richiesta può essere inviata con modulo cartaceo disponibile in Intranet > Persona > Presenze e Retribuzioni > Assegni di studio > Normativa > Regole per l’erogazione delle borse di studio a favore dei figli dei dipendenti. Le FAQ sono consultabili nella sezione assegni di studio.

Per assistenza operativa e gestionale è attivo il Ticket Web (box Help Desk dell’home page Intranet > Ticket Web > PERSONALE/INTESAP e Problema > X05 – AdP ASSEGNI DI STUDIO).

Per approfondire tutte le questioni relative agli assegni di studio puoi consultare la Guida ASSEGNI DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI

TORINO 18: TRA NEW CONCEPT E VECCHI “BISOGNI”

La Filiale Torino 18 di corso Bramante è interessata in questo periodo dai lavori di ristrutturazione che la porteranno a rinascere come filiale New Concept. Dicono che queste nuove filiali siano pensate come luoghi di relazione, incontro, punto di riferimento per la nuova economia e spazio strategico in cui sviluppare i contatti. La banca dice di voler interpretare la trasformazione in atto, con un occhio alla tradizione, ma sempre proiettata verso il futuro.

Bene, ma non benissimo. Dovete sapere che nell’ambito del completo rifacimento della filiale, la banca ha dimenticato di stanziare i soldini per la ristrutturazione dei bagni. Forse è vero che non è nei bagni che ci proiettiamo verso il futuro, ma è anche da queste cose che capiamo l’importanza che la banca riconosce a noi colleghi e ai nostri “bisogni”.

CLICK QUI PER TUTTI I DETTAGLI (O ALMENO PER QUELLI PUBBLICABILI…)