Tutti gli articoli di crfirenze

Banca Estesa: a Montevarchi situazione insostenibile

Banca Estesa a Montevarchi              BANCA ESTESA A MONTEVARCHI: AGLI ZOPPI PEDATE NEGLI STINCHI

Come Rappresentanze Sindacali Aziendali di Montevarchi abbiamo deciso di prendere la parola per segnalare che le condizioni di lavoro nella nostra filiale hanno subito un costante e preoccupante peggioramento da quando lo scorso 1° Aprile (il nostro pesce!!) è stato applicato l’orario di banca estesa, col seguente organico:

–          1 Responsabile + 1 Coordinatrice

–          2 Business (di cui uno con funzioni di Vice)

–          2 Personal

–           4 Family (1 in maternità NON sostituita con rientro previsto a Gennaio)

–          4 assistenti alla clientela ( di cui 1 part-time)

–          Totale 13 (di cui 1 part-time) subito dopo diventati 12 (di cui 1 part-time) per aspettativa della Vice rientrata a fine Settembre dunque pochi giorni fa e part-time.

Facciamo presente che l’Azienda ha stabilito in 13 il numero minimo di risorse per poter effettuare Banca Estesa, ma a quanto pare l’azienda non rispetta se non formalmente le sue stesse regole!!

In queste condizioni le criticità sono tantissime:

click qui per i dettagli

Commissione Pari Opportunità Banca CRFirenze – Gli orari, chi protesta e chi propone….

Banca CRFirenze - Gli orari, chi protesta e chi proponeNostro compito primario è stare dentro al cambiamento, gestirlo e attenuarne gli effetti negativi sulle persone.
Per noi governare un fenomeno significa attivarsi evidenziando le criticità e facendo
delle proposte. Nel nostro comunicato le proposte ci sono e scritte a chiare lettere così come a chiare lettere abbiamo già provveduto a richiedere la convocazione della
Commissione pari opportunità di Banca CR Firenze. Il nostro ruolo prevede la capacità di fare proposte e non certo limitarci a proteste che non aiutano nessuno e hanno smesso di incantare….Il nostro volantino dell’8 marzo ha proposto soluzioni, sicuramente parziali e migliorabili, ma concrete: servono idee e non polemiche. E’ palese che mentre noi parlavamo alla controparte di problemi reali, qualcuno riteneva più opportuno (e più utile ai dipendenti!!) attaccare chi fa lo stesso suo mestiere.

click qui per i dettagli

Area Firenze e Toscana: “RESTIAMO UMANI” Basta pressioni!

Area Firenze e ToscanaCome Organizzazioni Sindacali sentiamo il dovere di richiamare, con forza, tutti i livelli della Banca affinché i comportamenti di ciascuno, indipendentemente dal ruolo e dalla posizione gerarchica, siano orientati alla massima correttezza, professionalità e rispetto reciproco.
Poter svolgere il proprio lavoro con competenza, con adeguata formazione e informazione, nel rispetto della normativa di legge, dei regolamenti e delle circolari interne, in ossequio ai principi sanciti nel Codice Etico di Gruppo, è diritto e dovere di ciascun dipendente. Riteniamo che tale principio debba trovare la sua prima espressione a partire dal comportamento di chi ha maggiori responsabilità di ruolo e di coordinamento gerarchico del personale, e che non possa venire mai meno nelle comunicazioni e negli incontri operativi volti a veicolare gli indirizzi commerciali della Banca.
Da quanto emerge con ricorrenza e sistematicità dalla rete, appare in tutta evidenza come le funzioni apicali seguano invece regole e principi generali di condotta non uniformemente orientati a quelli che dovrebbero essere degli standard di alto profilo. Sono invece troppo frequenti derive di aggressività che si traducono finanche in atteggiamenti minatori e insopportabili, che inducono nei colleghi, costretti a lavorare in uno stato di continua emergenza all’inseguimento dell’ennesima statistica di vendita, prostrazione e demotivazione.

click qui per i dettagli

Banca CRFirenze “I nostri orari di lavoro…la nostra vita…” Buon 8 marzo!

I nostri orari di lavoro...la nostra vita...
I nostri orari di lavoro…la nostra vita…

Banca CR Firenze, in quanto azienda del Gruppo Intesa Sanpaolo, sta sperimentando l’apertura al pubblico dalle 8 alle 20, di alcune filiali, nell’ambito di un Progetto denominato Banca Estesa. Il Progetto è partito in modo dirompente (per quantità di filiali interessate e velocità) nonostante molti problemi organizzativi, in alcuni casi aggravati dall’insufficienza degli organici rispetto all’esigenza di copertura del più lungo periodo di svolgimento del servizio, non ancora risolti. Tutto ciò senza considerare l’impatto sulla vita delle persone: pendolari, madri, padri, uomini e donne con genitori anziani, si trovano a combattere da soli per ricomporre la loro vita, che improvvisamente è diventata inconciliabile con il lavoro (per gli orari delle scuole, dei nidi, dei trasporti pubblici, dei badanti che curano gli anziani e che ad esempio non lavorano il giovedì pomeriggio…) e talvolta anche meno sicura, considerando che gli orari serali, in alcuni casi e in certi luoghi, possono spesso racchiudere insidie maggiori per l’incolumità personale.

clicca qui per i dettagli